LA NOSTRA STORIA

C'è il tempo naturale, il tempo dello svolgimento delle cose e delle azioni e c'è il tempo "internettiano". Siamo presenti da molti anni e pubblichiamo libri dal 2003. Siamo Leader in Italia e se siamo arrivati fin qui è perché abbiamo creduto intensamente nel sogno profondo e sincero di realizzare una Casa Editrice Nazionale per i nuovi Autori italiani.

Non è stata una passeggiata, tutti questi anni vogliono dire far parte della storia, scusate se lo diciamo con soddisfazione. Adesso i tempi sono maturi, abbiamo 2000 pubblicazioni attive, decine di antologie, abbiamo dato voce a migliaia di Autori. Lentamente dal Web siamo passati allo spazio reale con concretezza e determinazione ritagliandoci un angolo da dove partono idee e contenuti.
Non subito arrivarono i libri, i primi anni furono anni affascinanti di scoperte e di creatività, anni di pubblicazioni online. Poi gradatamente i primi libri, le prime antologie e dopo tanti anni eccoci qui, felici per aver dato spazio e possibilità a chi ha cose interessanti da raccontare.
La nascita di un'idea è la proiezione di energie. Non sempre il meccanismo si trasforma in azione, a volte però accade. Magicamente la tua idea, quella cosa nebulosa che avevi dentro si traduce in fatto, reale e concreto. Devi avere il coraggio di osare, la pazienza muta e serena del convincimento, la forza di andare avanti quando tanti ti dicono di no. Dieci anni fa accadeva una cosa del genere, ci siamo seduti attorno ad un tavolo, non c'era un piano di marketing, provenivamo dal mondo dei libri.
E che ne sapevamo di business plan e di strutture aziendali in rete. Che sapevamo noi di tutti questi numeri... noi eravamo amanti di parole, avevamo la passione pura e semplice ed arrivavamo da facoltà umanistiche. Distribuzione? Nel 1999? Manco a parlarne, se ti presentavi come atomica (nel senso di minuscola) casa editrice ti guardavano dall'alto in basso... ora di titoli ne abbiamo e di distribuzione ne capiamo un po'... credetemi... eppure se ripenso al 1999 vedo ancora quell'idea sfavillare.
Il percorso non è stato lineare, lo ammetto, è stato difficile, è stato come un volo di farfalla. Non è che siamo infallibili e di errori ne abbiamo commesso, ma abbiamo sempre, in ogni momento rispettato quell'idea, nata alla fine degli anni '90, volevamo raccontare sogni, passioni, emozioni, volevamo raccontare le tue idee. Sì, così è nata la Kimerik...

Di seguito pubblichiamo un'intervista rilasciata dal nostro direttore per il Magazine "Galassia A..." nel decennale della fondazione (anno 2009)

Ci parli della Casa Editrice Kimerik
La Casa Editrice Kimerik festeggia quest'anno (2009 ndr) 10 anni di attività. Siamo arrivati a 2000 pubblicazioni in catalogo (non è stato facile, però è stato emozionante essere riusciti a dare visibilità e spazio a chi ha cose interessanti da raccontare.)
Abbiamo anche due periodici, Kiamarsi Magazine e un secondo periodico collegato a www.shoplibri.com cioè una news stampata che arriva direttamente a migliaia di librerie in tutta Italia. Le librerie ricevono aggiornamenti e cataloghi, proposte di acquisto e informazioni sui nostri libri.
Dunque fin da subito abbiamo capito che l'onere e la difficoltà stava tutta racchiusa negli anelli di connessione che collegano il libro ai grandi circuiti distributivi.
Così ci siamo mossi lavorando per una distribuzione efficace e mirata: distribuiamo nelle librerie con centinaia di contatti quotidiani ed un livello di penetrazione importante. Oggi siamo una delle prime Case Editrici italiane, presenti nelle librerie e su tutti i cataloghi online. Abbiamo anche una libreria. Il nostro sito è un network con centinaia di migliaia di pagine viste ogni mese.
Gli Autori che pubblicano con noi hanno un vantaggio immediato non solo nella promozione, ma soprattutto nella qualità del lavoro che svolgiamo. Condividiamo con gli Autori gli obiettivi del nostro progetto: il successo dei nostri Autori è il nostro successo.
Chi pubblica con noi riceve un sostegno continuo, sine die, una sinergia d’intenti.

Qual è la vostra politica nei confronti degli autori esordienti?
Si giunge al contatto con una Casa Editrice con grandi aspettative e molte paure, siamo consapevoli di questo, ma noi rispettiamo chi arriva da noi con un manoscritto, al di là del valore dell'opera che sarà comunque valutata, rispettiamo ciò che ha raccontato, sognato, scritto.
Diamo spazio, diamo opportunità, elaboriamo una scheda di lettura e naturalmente diamo delle risposte.
Non tutte possono essere positive, sicuramente risponderemo a tutti.

Quali sono, a vostro avviso, i fattori più importanti nella promozione di un libro di un autore esordiente?
Lavoriamo da anni e siamo giunti ad una riflessione importante, la distribuzione in sé, cioè la mera presenza in libreria è poco produttiva se appunto proprio come dice Lei non vi è una campagna studiata e mirata di promozione.
La nostra storia ci rappresenta, quello che abbiamo fatto non sono parole, ma fatti concreti: la presenza al Salone del Libro di Torino (2007 - 2008 - 2009), La presenza in Germania, al Salone del libro di Francoforte, la Presenza al Salone del libro di Parigi, sono tasselli di un mosaico articolato che ha il disegno di dare visibilità e spazio ai nuovi autori. Il nostro ufficio stampa è molto attivo e lavora su due indirizzi (Radio e TV e Giornali). Creiamo, cioè, eventi che possano suscitare interesse da parte dei media.

Avete mai chiesto agli autori contributi per la pubblicazione?
La lettura dei testi è assolutamente gratuita. L'eventuale contributo comunque potrebbe essere davvero minimo e legato ad alte percentuali sul venduto che vanno agli autori.
Il nostro obiettivo è guadagnare con la vendita dei libri e non certo con i soldi degli autori.

Che generi letterari prediligete e quali sono le modalità di invio delle opere? Pubblichiamo volumi di Poesia, Narrativa, Racconti, Diari, Saggi, Favole per bambini. In realtà abbiamo un catalogo foltissimo e l'unica discriminante è: quando leggiamo un'opera ci deve piacere, semplicemente ci deve emozionare.