Le pagine dell'amore
di Claudia Schiavone
ISBN: 978-88-6884-930-6
Formato: Rilegato
Genere: Poesie
Collana: Karme
Anno: 2016
Pagine: 64
Disponibile anche in formato e-book

L'amore vero esiste, sono gli affetti più cari, che dobbiamo tenere stretti, nel nostro cuore fino a non mandarli via.

     
  • Il blog "Meravigliosa-Mente" segnala la raccolta di poesie "Le pagine dell''amore" di Claudia Schiav...
  • Bella soddisfazione per Claudia Schiavone!
    Il quotidiano online "Brindisi Time" dedica un artic...
  • Anche su "Anobii" potete assaporare la recensione de "Le pagine dell'amore" di Claudia Schiavone"
  • Eccoci con un'altra recensione dal blog "Le letture di Nadiezda" per il libro di Claudia Schiavone "...
  • Un’altra bella soddisfazione per la nostra Autrice!
    Nuova recensione su "Kiamarsi magazine" per...
  • "Le pagine dell'amore" di Claudia Schiavone segnalato nella newsletter di Libromondo.
  • "Le pagine dell'amore" di Claudia Schiavone recensito su "Top Business Magazine".
    Buona lettura...
  • Anche il blog "Agevolamente" parla del libro "Le pagine dell'amore" di Claudia Schiavone!
    "L'am...
  • Grande partecipazione e intense emozioni a Palazzo Granafei Nervegna di Brindisi per la presentazion...
  • "Le pagine dell'amore" è il nuovo libro di Claudia Schiavone!
    Scopriamo qualcosa di più leggend...
  • 02/09/2016 18:30:00 - 'Le pagine dell'amore', presentazione a Brindisi
James Dantes, 6  febbraio  2017  00:00
“Le pagine dell’amore”è cosi intitolata la prima opera letteraria della giovane e affascinante scrittrice Claudia Schiavone, una raccolta di ben 59 poesie dallo stile libero, semplice e genuino, distribuito dalla Kimerik. Come si può dedurre dal titolo la tematica ricorrente all’interno del libro è l’Amore in tutte le sue diramazioni, partendo dalla sua forma più pura e dolce per poi sopraggiungere in uno dei suoi lati più aspri e illusori (come la fine di un sentimento, uno straziante addio e un’illusorio ritorno a capo chinato). L’autrice all’interno dell’opera utilizza un linguaggio semplice, scorrevole e privo di rime razionalizzate in base ai classici e vecchi schemi della letteratura italiana, tanto da sembrare una sorta di diario del suo cuore. I versi sembrano incisi di getto sul foglio, soprattutto nelle poesie in cui l’amore muta da sentimento candido e innocente (come può essere l’amore verso qualcuno di caro) in passione e forte desiderio verso qualcuno, creando un linguaggio in cui solo chi sa amare a pieno, conservando la purezza nello spirito simile a quella di un’infante può decodificare e comprendere a pieno. Accompagnando la lettura con una dolce e calda bevanda come la giovane blogger Nadiezda consiglia nella sua recensione. Per certi versi la poetica proposta dalla scrittrice pare avere una certa assonanza con quella del poeta Giovanni Verga (Poetica del fanciullino) , la visione dell’amore che Claudia ci presenta nel libro appare molto fanciullesca e pura per certi versi. Nelle pagine traspare il forte legame con la sua famiglia in particolare con la madre, la quale rappresenta un raggio di sole constante nelle giornate più oscure, il giocoso e caloroso rapporto con la sorella, fatto di sguardi, sorrisi, litigi e segreti condivisi. L’immagine forte e protettiva di suo padre e la delusione di un’amore non corrisposto con conseguente addio. L’opera può essere considerata come un prelibato dolce che la scrittrice ha voluto preparare per la sua famiglia, ricordando a tutti noi lettori gli elementi più belli e fondamentali, ormai tramontati del tutto nei giorni nostri… la semplicità e l’amore verso chi ci circonda e non smette mai di credere in noi.
Per inserire un commento dei effettuare l'accesso

DELLO STESSO GENERE