Parrocchie e parroci nel sistema istituzionale politico-religioso italiano da Benedetto XIV all’Unità d’Italia
di Fiammetta Cincinelli
ISBN: 978-88-9375-765-2
Formato: Rilegato
Genere: Saggi religiosi
Collana: Officina delle idee
Anno: 2018
Pagine: 302
Disponibile anche in formato e-book
Prezzo: € 28,00
Aggiungi al carrello

L’origine dell’istituto ecclesiastico della parrocchia è risalente al IV-V secolo, in relazione al problema dell’evangelizzazione delle campagne. Prima di questo periodo, la Chiesa era caratterizzata da una struttura episcopale e prevalentemente cittadina. Con il Concilio di Trento il vescovo divenne il perno dell’azione pastorale mediante il controllo e la giurisdizione su ogni circoscrizione ecclesiastica della diocesi. Il nuovo assetto tridentino si esprimeva con nuovi princìpi attraverso la predicazione, la catechesi, le predicazioni popolari, il catechismo impartito per ottenere i sacramenti, la dottrina cristiana degli adulti, l’affermarsi delle devozioni e dei pellegrinaggi, il rinnovamento delle confraternite, le visite pastorali, i sinodi diocesani. In epoca settecentesca, si accentuarono il pietismo e il devozionalismo e alcune manifestazioni della religiosità popolare. Gli ultimi due secoli del secondo millennio registrarono l’inerzia dei princìpi tridentini, ma lentamente anche l’affermarsi del loro estremo vigore, grazie alla nascita delle idee dell’illuminismo e del liberalismo economico, l’affermarsi dei nuovi tempi e delle iniziative governative dei vari stati europei settecenteschi, sino a condurre l’istituto parrocchiale all’apertura del mondo contemporaneo.

        
  • Il blog "Amici di Carta" segnala il libro "Parrocchie e parroci nel sistema istituzionale politico-r...
  • Il quotidiano "Zed" segnala il libro di Fiammetta Cincinelli “Parrocchie e parroci nel sistema ist...
Nessun commento inserito
Per inserire un commento dei effettuare l'accesso
Dello stesso genere