Ti racconto una favola - VII Edizione
AAVV
ISBN: 978-88-5516-992-9
Formato: Rilegato
Genere: Antologie
Collana: Pikkoli
Anno: 2022 - Mese: aprile
Pagine: 162

Disponibile in tre giorni


14,00 €
Aggiungi al carrello

Sintesi

“C’era una volta…” è la tipica espressione utilizzata da sempre come introduzione a favole e fiabe.
Fu usata in varie formule sin quasi dalle origini della scrittura. Anche la favola di Amore e Psiche, nelle Metamorfosi di Apuleio, inzia con “Erant in quadam civitate rex et regina…” (“C’erano in una certa città un re e una regina…”).
A partire dal 1600 circa diventa la formula canonica usata in diverse lingue: “Il était une fois”, francese, è attestata nelle fiabe di Charles Perrault, l’inglese “Once upon a time” risale addirittura al 1380 e il tedesco “Es war einmal”, utilizzato molto dai fratelli Grimm per le loro fiabe, esisteva già in precedenza.
In Italia la frase è attestata a partire dal lontano 1300, diventando canonica però nel 1634 con il napoletano Giambattista Basile che la usò in una sua raccolta di fiabe.
Nel 2022 siamo qui a darvi, ancora una volta e non l’ultima, la possibilità di raccontare il vostro “C’era una volta…” e di poterlo inserire in questa nostra meravigliosa antologia dedicata ai più piccoli. Ma non soltanto a loro!
Perché l’essere bambini è qualcosa che rimane dentro di noi per sempre. È una voce nascosta nel profondo di ogni adulto, che gli permette a volte di approcciarsi al mondo circostante con l’immaginazione e la sensibilità tipiche dei bambini.

Affermava Pascoli nell’incipit della sua opera Il fanciullino:
«È dentro noi un fanciullino che non solo ha brividi […] ma lacrime ancora e tripudi suoi.
Quando la nostra età è tuttavia tenera, egli confonde la sua voce con la nostra, e dei due fanciulli che ruzzano e contendono tra loro, e, insieme sempre, temono sperano godono piangono, si sente un palpito solo, uno strillare e un guaire solo. Ma quindi noi cresciamo, ed egli resta piccolo; noi accendiamo negli occhi un nuovo desiderare, ed egli vi tiene fissa la sua antica serena meraviglia».

Il nostro progetto è quello di creare uno spazio culturale dove si possa liberamente discutere di poesia, letteratura, narrativa. Di Arte insomma. Sono numerosi i siti che si occupano di cultura. Non saremo noi a dire che il nostro è il migliore, e non è una nostra pretesa, solo vorremmo sottolineare che tutti gli artisti che ospitiamo quando inseriscono le loro opere hanno la serenità di lavorare non con un semplice sito, ma con una Casa Editrice che tutela il loro diritto d'autore. I nostri concorsi prevedono una pubblicazione gratuita, la possibilità di essere inseriti in libri curati e di grande pregio. Siamo editori e vogliamo offrire possibilità editoriali senza oneri, senza spese se non quella dell'acquisto di una sola copia (circa 10 Euro in tutto!). La collana delle Antologie è il frutto di questa scommessa: puntiamo decisi verso un'editoria di qualità, puntiamo su di te...

Leggi la biografia completa
Nessun commento inserito
Per inserire un commento devi effettuare l'accesso

DELLO STESSO GENERE